Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàSTUDIO FEDERCACCIA E ATC SALERNO 1 SULLA MIGRAZIONE DEL TORDO

Ultimo aggiornamento 237 giorni fa sabato 15 agosto 2020 06:41

english italiano

Innovativo progetto dell'ATC Salerno 1

STUDIO FEDERCACCIA E ATC SALERNO 1 SULLA MIGRAZIONE DEL TORDO

Lo studio consiste in un’attività di cattura ed inanellamento

Scritto da (federcaccia), sabato 2 marzo 2013 09:55:13

Ultimo aggiornamento sabato 2 marzo 2013 09:55:13

Uno studio per determinare l'inizio della migrazione prenuziale del Tordo, utile non solo per la fissazione del futuro calendario venatorio, ma anche per comprendere le modificazioni climatiche e ambientali del territorio. E' l'innovativo progetto dell'ATC Salerno 1, finanziato con i fondi delle quote dei cacciatori, proposto da Federcaccia Salerno e, sperimentato oltre che in Campania sui Monti Lattari, anche in Calabria, Lazio e Puglia. Lo studio si concluderà a fine marzo ed è curato da ricercatori dell'ISPRA, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale di Bologna, in particolare da Sergio Scebba e Michele Soprano appartenenti al Gruppo Inanellamento Limicoli (G.I.L. di Napoli). Gli uccelli rappresentano eccellenti strumenti per il monitoraggio e la comprensione delle modificazioni ambientali: in provincia di Salerno il progetto prevede lo studio sulla migrazione del tordo, una specie sottoposta ad una forte pressione venatoria al punto che si stima, in maniera molto approssimativa, un abbattimento in Italia di 4-6 milioni di capi ogni anno. L'inizio della migrazione prenuziale è fissato nella seconda decade di gennaio, termine oltre il quale quindi il prelievo venatorio non è più ammesso. "Va però precisato - spiega il presidente di Federcaccia Salerno, Luigi Spera - che il periodo indicato non risulta in linea con i dati degli altri Paesi mediterranei. Risulta dunque evidente la necessità di raccogliere dati il più possibile vicini alla realtà che consentano di individuare con buona approssimazione la reale data di inizio della migrazione prenuziale". Lo studio consiste in un'attività di cattura ed inanellamento: è stata individuata una sella sui Monti Lattari nel comune di Tramonti ad un'altezza di 751 mt sul livello del mare che, per la sua posizione geografica e per la vicinanza del mare, è interessata da intensi movimenti migratori. I dati raccolti fin'ora sembrano confermare la tesi secondo cui, almeno fino alla prima decade di febbraio, non vi sia alcun movimento migratorio di tordi. Nelle prossime decadi, con l'innalzamento delle temperature, ci si attende invece un significativo aumento delle catture, dovuto al passaggio degli uccelli in movimento verso le aree di nidificazione, che dovrebbe indicare il reale inizio della migrazione primaverile. "Uno studio interessante, che possibilmente sarà replicato anche nel prossimo biennio - spiega il presidente dell'ATC Salerno 1, Guglielmo Storti - e che dimostra come la caccia sia sempre più moderna e baluardo per il mantenimento degli equilibri naturali". Soddisfazione è stata espressa dall'assessore provinciale alla caccia, Amelia Viterale: "Oggi il modo venatorio, tramite le strutture preposte, sta dando una forte mano alla ricerca scientifica, consapevole del dovere di conservare le specie per le future generazioni, con passione e deontologia venatoria. Il destino di tutti, non solo dei cacciatori, è legato alla conoscenza e alla conservazione della moltitudine di uccelli migratori che ogni anno attraversano i nostri cieli".

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 2158 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.