Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàRESTA IN VIGORE IL CALENDARIO VENATORIO 2013-2014

Ultimo aggiornamento 54 giorni fa sabato 31 ottobre 2020 10:35

english italiano

SI RINVIA IN VII COMMISSIONE LA MODIFICA DELLA LEGGE SULLE AREE PROTETTE

RESTA IN VIGORE IL CALENDARIO VENATORIO 2013-2014

Scritto da (federcaccia), venerdì 27 settembre 2013 19:47:10

Ultimo aggiornamento venerdì 27 settembre 2013 19:47:10

Il 26 settembre, dinanzi al TAR Napoli, relatore il Presidente dott. Romano, si è tenuta l'udienza camerale con la quale si discuteva la sospensione del calendario venatorio per l'annata 2013-2014, precedentemente impugnato con ricorso da parte dell'Associazione ambientalista WWF. In tale giudizio si è regolarmente costituita ad opponendum la FIDC, nell'interesse dei suoi associati, rappresentata e difesa dall'avv. Modestino Bianco, difendendo la legittimità dell'emanato calendario venatorio e sostenendo l'infondatezza del ricorso proposto dal WWF. A seguito dei proposti motivi di rigetto e alla sopraggiunta normativa regionale che ha modificato l'art. 36 della legge regionale 26/12 e del nuovo deliberato della giunta Regionale della Campania datato 13.09.2013, l'avvocato della ricorrente Associazione ha ritenuto di valutare l'opportunità di proporre dei motivi aggiunti rinunciando alla discussione cautelare, e pertanto a seguito di tale richiesta il Presidente relatore dott. Romano ha cancellato l'istanza cautelare dal ruolo.

Nella stessa giornata di ieri il Consiglio regionale ha rinviato l'approvazione della Proposta di Legge "Riorganizzazione delle aree protette regionali", che tonerà in VII Commissione per poter essere discussa ad un tavolo di lavoro con tutti i portatori di interesse. Tale rinvio è stato richiesto dall'on. Giovanni Baldi ed è stato condiviso dall'Assessore Nugnes e appoggiato anche dal Gruppo consiliare del Partito Democratico. Tutto ciò è la dimostrazione che la Caccia non ha partiti ne correnti e che finalmente gli sforzi e le pressioni messe in campo dalla dirigenza della Federazione Italiana della Caccia hanno avuto riscontro.

Siamo giunti forse ad un bivio?

La Federcaccia Campania si sta muovendo con grande impegno per il futuro del mondo della Caccia e i risultati, benché ancora allo stato embrionale, si iniziano a vedere.

Il Presidente Provinciale di Salerno

della Federazione Italiana della Caccia

Luigi Spera

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 1598 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.