Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàMODIFICHE ALLA LEGGE SULLA CACCIA. FIDC CAMPANIA INVIA I PROPRI EMENDAMENTI

Ultimo aggiornamento 228 giorni fa mercoledì 5 agosto 2020 21:56

english italiano

Numerosi gli emendamenti

MODIFICHE ALLA LEGGE SULLA CACCIA. FIDC CAMPANIA INVIA I PROPRI EMENDAMENTI

Ecco tutte le proposte

Scritto da (federcaccia), martedì 4 dicembre 2012 17:57:34

Ultimo aggiornamento martedì 4 dicembre 2012 17:57:34

La Fidc Campania nei giorni scorsi ha inviato a Presidente, Giunta, Commissione Agricoltura e al Consiglio regionale i propri emendamenti alla proposta di modifica alla l.r. 26/2012, "Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina dell'attività venatoria in Campania", partita dall'iniziativa del consigliere Pietro Foglia per risolvere le censure di legittimità costituzionale mosse dal Consiglio dei Ministri sulla legge attualmente in vigore. Per la Federcaccia regionale è importante che gli interventi, nel recepire le censure formulate e le imprecisioni presenti nel testo, non creino ulteriori motivi di contraddizioni nonché restrizioni per l'attività venatoria.

Gli emendamenti proposti intervengono sull'addestramento cani, proponendo solo la modifica del numero dei giorni in cui può essere consentito, magari riducendoli da 45 a 35, lasciando invariato quanto riportato all'art. 24, comma 5 della L.R. 26/2012. L'allenamento cani non può essere confuso per Fidc all'attività venatoria, e non può essere sottoposto alla temporalizzazione propria della caccia.

Le altre modifiche: Art. 1 - comma 13, va così riscritto: " cacciare nei soprassuoli delle zone boscatecolpite in tutto o nella maggior parte da incendio nei 10 anni successivi allo stesso". Art. 1 - comma 14, sostituire il termine "30 giugno" con "31 agosto" ed eliminare " a pena di esclusione". Va in ogni caso precisato che per poter prevedere il consenso degli organi di gestione per l'esercizio di caccia alla avifauna migratoria in un ATC diverso da quello di appartenenza, occorre modificare altresì il comma 1 dell'art. 36 della L.R. n. 26/2012 eliminando le parole " alla fauna stanziale". In tal modo agli organi degli ATC viene affidata anche la gestione della fauna migratoria.

Si suggerisce, inoltre, una modifica ulteriore dell'Art. 36, comma 4, lett. a, eliminando le parole "un componente per ogni associazione" diversamente diventa problematico costituire gli organismi di gestione di 19 rappresentanti nel rispetto delle percentuali previste. Va, infine, sottolineato che la rappresentanza delle associazioni agricole e venatorie negli organismi di gestione degli ATC, così come disposto dall' art. 36, comma 4, lett. a della L.R. n. 26/2012, non solo non tiene conto della effettiva rappresentatività di ciascuna associazione, ma soprattutto appare in contrasto con l'art. 14 comma 10 della legge 157/92 che recita così: " Negli organi direttivi degli ambiti territoriali di caccia deve essere assicurata la presenza paritaria , in misura complessivamente del 60% dei componenti, dei rappresentanti...... delle organizzazioni agricole..... e delle associazioni venatorie nazionali.... Omissis".

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 1799 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.