Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàLETTERA DEL PRESIDENTE PROVINCIALE DI SALERNO AL DIRETTORE DI TG3 REGIONE CAMPANIA

Ultimo aggiornamento 233 giorni fa martedì 11 agosto 2020 14:32

english italiano

LETTERA DEL PRESIDENTE PROVINCIALE DI SALERNO AL DIRETTORE DI TG3 REGIONE CAMPANIA

Scritto da (federcaccia), mercoledì 22 agosto 2012 15:03:32

Ultimo aggiornamento mercoledì 22 agosto 2012 15:03:32

Ill.mo Dr. ALESSANDRO CASARIN
Direttore TG3 Regione Campania
SEDE

e p.c. Dr. ALESSANDRO ZUCCA
Direttore Coordinamento Sedi Regionali
viale Mazzini, 14 - 00195 Roma

Mi trovo costretto a scrivere questa "lettera aperta" perché nei giorni scorsi mi è capitato di seguire alcune edizioni del TG Regionale della Campania (più precisamente quelle del 18 agosto c.a.) all'interno delle quali si faceva riferimento all'incresciosa e deprecabile situazione degli incendi nella nostra Regione. Il giornalista che aveva realizzato il servizio, tale sig. Adriano Albano, tra le maggiori cause di tali eventi negativi poneva le "speculazioni di agricoltori, cacciatori . . .".
Ebbene sig. Direttore vorrei chiedere a Lei ed al Suo solerte collaboratore da quale statistica, indagine o verifica sia scaturita tale affermazione. E' qualunquista "sparare" sui cacciatori ogni qual volta vi è la possibilità di farlo senza rendersi conto che un seguace di Diana è il primo che necessita, per svolgere la sua attività, di un territorio fruibile ed intatto. Non vorrei cadere nell'ovvio spiegando al sig. Albano, in maniera elementare, che distruggendo con il fuoco l'habitat dove la selvaggina vive e si prolifica l'unico risultato è la scomparsa della fauna e l'impossibilità poi di cacciarla. Mi spieghi allora il sig. Albano per quale contorto motivo un Cacciatore dovrebbe incendiare un territorio per poi non poterci andare a caccia (L.R. 26/21012 art. 25 lett. L - "Divieto di cacciare nelle zone colpite in tutto o in parte da incendio per dodici mesi successivi all'incendio) o essere nell'impossibilità di reperire selvaggina.
Credo, nella mia piccola esperienza di vita, che prima di infangare ed offendere una categoria di persone oneste che espletano un'attività consentita dalla legge e per la quale si pagano le rispettive tasse (euro che vanno a rimpinguare le casse dello Stato che a sua volta li destina anche per attività non legate alla caccia) bisognerebbe riflettere profondamente.
Veicolare messaggi negativi sulla caccia e sulle sue regole solo perché si dispone di un mezzo di comunicazione non credo sia corretto, anche se non si è d'accordo su tale attività.
"La caccia è una cosa seria" sig. Direttore e non credo sia il caso di fare facili illazioni che potrebbero poi ripercuotersi sull'immagine di un'intera categoria, categoria che, nella mia posizione di Presidente provinciale, ritengo io debba tutelare, motivo per il quale se nel futuro si ripeteranno ulteriori affermazioni lesive nei confronti della Caccia o del mondo venatorio tutto, mi vedrò costretto ad adire le competenti vie legali.
Tanto dovevo, distinti saluti

Salerno, lì 20 agosto 2012

IL PRESIDENTE
( Luigi Spera )

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 1922 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.