Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàE’ TEMPO DI SCENDERE IN PIAZZA!

Ultimo aggiornamento 228 giorni fa mercoledì 5 agosto 2020 20:38

english italiano

Comunicato stampa di FEDERCACCIA CAMPANIA

E’ TEMPO DI SCENDERE IN PIAZZA!

Il doppio binario della Regione Campania in materia di caccia.

Scritto da (federcaccia), giovedì 5 luglio 2012 11:10:14

Ultimo aggiornamento giovedì 5 luglio 2012 11:10:14

Il disegno di legge sulla caccia, dopo essere stato licenziato dall' VIII Commissione, è giunto al Consiglio Regionale della Campania. Con stupore, dobbiamo constatare che, appena arrivato alle "soglia consiliare", una riforma esiziale per il mondo venatorio Campania che cosa ottiene? Un rinvio per ragioni tecnico-burocratiche.

A prescindere dalla fondatezza tecnica di tale rinvio, ciò che preoccupa è il senso politico di tale comportamento "stop and go" della Regione Campania che, anche sul fronte del Calendario Venatorio, si trova nella paradossale situazione di non riuscire a deliberare la proroga del Piano Faunistico Venatorio Regionale, "conditio sine qua non" per la vigenza del Calendario 2012-2013.

A tale "combinato disposto" fa da contraltare l'azione energica, rapida e risoluta con la quale, prima si crea un "mostro giuridico" con l'articolo 34 della Legge Finanziaria 2012 e, poi, per la serie "errare è umano, perseverare è diabolico", si procede con l'approvazione del decreto attuativo della disciplina di cui all'articolo 34. Da quanto sopra sorgono lecite perplessità su tale "doppio binario" della Regione Campania che segue percorsi temerari e risoluti con l'articolo 34 e la relativa attuazione, mentre, su un progetto di grande respiro per il futuro della caccia. tende ad emulare l'imperatore Fabio Massimo, passato alla storia come "il temporeggiatore".

La Federcaccia ha già avuto modo di stigmatizzare in modo netto alla Regione Campania, sia nel merito, sia nella forma, le modalità, non certo partecipative per i soggetti interessati, con le quali è stata stravolta la normativa in materia di caccia con l'articolo 34. Lo aveva fatto anche evidenziando che avrebbe valutato tutti i percorsi istituzionali, politici e giuridici per contrastare la disciplina dell'articolo 34.

Oggi, più che mai, la Federcaccia scende in piazza per far sentire la voce dei cacciatori campani. Il tempo è ormai scaduto: o si procede rapidamente all'approvazione della nuova legge regionale sulla caccia, con i necessari/opportuni emendamenti da noi già elaborati e proposti, o si resta a presidiare il territorio e le istituzioni perché si ravvedano e ritornino alla ragione.

Da oggi la Federcaccia Campania segue 2 strade: quella istituzionale con il proprio supporto tecnico-scientifico per portare all'approvazione di una buona, organica e moderna legge di riforma e quella politica di lotta "senza se e senza ma" a difesa della caccia e dei cacciatori.

"Il triste epitome di tale accaduto - ha dichiarato il Presidente Buglione - è che, per l'ennesima volta, i cacciatori, cittadini campani con pari diritti e doveri degli altri cittadini, restano colpiti, ex abrupto, da disposizioni normative e regolamentari vessatorie e discriminatorie. Ciò mentre faticosamente stiamo tentando di lavorare "ai fianchi" il Consiglio Regionale - ha aggiunto Buglione - per portare a casa una riforma degna di tale nome. Penso proprio che occorre urgentemente individuare percorsi istituzionali che consentano di evitare il pubblico sollevamento per queste azioni (o, meglio, non azioni) politiche, indecorose nei confronti dei cittadini cacciatori.

Con stima,

Federcaccia Campania
Ufficio Comunicazione Istituzionale
federcacciacampania@gmail.com

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 1845 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.