Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

tu sei qui: AttualitàA CANNALONGA IL RADUNO AMATORIALE “BRACCO ITALIANO”

Ultimo aggiornamento 228 giorni fa mercoledì 5 agosto 2020 21:14

english italiano

L'evento è promosso dalla SABI

A CANNALONGA IL RADUNO AMATORIALE “BRACCO ITALIANO”

Tutti i vincitori

Scritto da (federcaccia), martedì 12 giugno 2012 12:41:35

Ultimo aggiornamento martedì 12 giugno 2012 12:41:35

Grande successo, a Cannalonga, per il quarto raduno amatoriale del "Bracco Italiano". L'evento, promosso dalla SABI (Società Amatori Bracco Italiano) in collaborazione con Federcaccia Salerno, è per tanti appassionati braccofili un momento di aggiornamento culturale sullo stato attuale della razza e sulla sua evoluzione. Nella piazza del paese hanno sfilato oltre trenta bracchi italiani per la consueta Prova di attitudine venatoria. Il trofeo, un'opera realizzata in ferro battuto dal maestro Luigi D'Antuoni, è stato aggiudicato al bracco Isabella Delle Due Sicilie di Ciro Mottola, prop. Paolo Esposito. Entusiasmante anche la prestazione di Morgana la bracca di Aldo Salvione che ha strappato un ottimo secondo posto. La pausa pranzo ha impegnato lo Chef della locanda la Diga nella preparazione del piatto forte cannalonghese (che viene consumato durante i 5 giorni della Fiera della Frecagnola, quest'anno dal 5 al 9 settembre 2012) fusilli con sugo di castrato, bollito di capra, formaggio pecorino, cazza bubboli, il tutto bagnato da un fuori scena di Nero d'Avola. Il pomeriggio nella piazza del paese hanno sfilato, sotto lo sguardo attento di chi, con maestria, mastica l'effluvio della cultura braccofila, un bel numero di soggetti. Grazie a Giovanni Barbieri e ad Antonio Casamassima (che hanno giudicato anche la prova attitudinale della mattina) responsabili S.A.B.I., i bracchi presenti, al quarto raduno amatoriale, sono stati valutati morfologicamente con pazienza e competenza; la più bella del reame è stata Uva di Catia Santopadre migliore femmina e migliore di razza, premio targhe offerte da Federcaccia Salerno; migliore maschio Paul di Fabio Imbriaco. "La manifestazione - spiega Mimmo Pizzolante - è stata resa possibile grazie a quanti hanno voluto partecipare, i concorrenti in primis. Un grazie doveroso all'Assessore caccia e pesca della nostra provincia Amelia Viterale, al Sindaco di Cannalonga Toribio Tangredi, al Presidente dell'ATC2 Armando Liguori, al Presidente Provinciale della Federcaccia Luigi Spera. Un saluto al Presidente Nazionale della SABI Cesare Manganelli e ancora un grazie affettuoso a Giovanni Barbieri che ha voluto iniziare questa serie di incontri braccofili a Cannalonga già nel 2008. L'augurio è che il prossimo anno saremo di nuovo a Cannalonga, di nuovo al Sud a parlare di Bracchi italiani e sempre più numerosi!"

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail
Condividi:
fb-like
g-plus

Questo articolo è stato letto 3511 volte.

Nuovo Commento

La redazione di Federcaccia Salerno non pubblicherà commenti contenenti espressioni irriguardose e volgari, assumendosi, altresì, la facoltà di intervenire, con modifiche o tagli, su singole parti dei commenti, qualora contengano accuse generiche e prive di contraddittorio, messaggi violenti o incitamenti alla violenza, insulti gratuiti, frasi blasfeme o di stampo razzistico. In nessun caso verrà pubblicato il tuo indirizzo email. Qualora tu non sia un utente registrato, il tuo commento dovrà essere approvato dalla redazione prima di essere pubblicato. Se, invece, sei un utente registrato, il tuo commento sarà pubblicato immediatamente salvo successivi controlli.

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR 679/2016

La informiamo che i dati da Lei forniti verranno trattati nell'ambito della nostra banca dati elettronica e/o cartacea nel rispetto di quanto stabilito dalla norma citata. Il trattamento dei dati, di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato per fornirLe il servizio informativo richiesto. Il mancato conferimento dei dati obbligatori implica l'impossibilità di risponderLe in maniera esauriente e/o corretta. I suoi dati saranno trattati dai nostri addetti e saranno cancellati al termine della stagione relativa al suo interessamento a meno di modifiche nel rapporto tra le parti. In relazione al trattamento in parola potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 della legge citata; titolare del trattamento è:

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.